Festa di bambini, quale animazione scegliere

Ad una festa di compleanno per bambini, scegliere una buona animazione è importante per la buona riuscita dell’evento ed il divertimento di ospiti e festeggiato. Tanti possono essere i luoghi dove celebrare l’occasione, da una casa privata fino ai locali più adatti ed eleganti della città.

festa

Tra quelle più importanti e grandi, sicuramente Room 26 Roma offre spazi ampi, di diverso genere e sale per tutti i tipi di ospiti ed età. A parte il locale, anche altri fattori possono incidere sul come organizzare la festa e sul suo successo.

L’animazione giusta è appunto uno di questi fattori. Come scegliere quindi quella adatta alle nostre esigenze e su cosa porre l’attenzione?

  • Spesa: innanzitutto, importante è determinare quanto si vuole spendere. Infatti, se la festa è per pochi intimi basteranno uno o due animatori, mentre se gli ospiti previsti sono tanti e con bambini di diverse età, allora serviranno vari intrattenitori. E questo farà naturalmente crescere la spesa. Inoltre, è consigliabile scegliere un gruppo proveniente dalla stessa agenzia, che quindi sia già abituato a lavorare assieme, coordinarsi e dividersi i compiti.
  • Tipo: una volta individuato la fascia di spesa, si deve pensare al tipo di animazione. Infatti vi possono essere diversi generi e che offrono vari spettacoli ed intrattenimenti: da quelli tradizionali, come giochi di magia e prestigio, fino a quelli con palloncini, trucchi e bolle di sapone. A cui si possono aggiungere anche quelli con marionette o teatrini oppure quelli con giochi musicali e cacce al tesoro. In questo caso è importante conoscere bene i gusti del festeggiato e degli ospiti.
  • Luogo e periodo dell’evento: la sede della festa, come detto, è importante, in quanto permette un tipo di svolgimento piuttosto che un altro. Una casa privata con spazi limitati può creare più confusione e caos, mentre se questa ha un giardino allora i bambini possono distribuirsi e divertirsi meglio, per la serenità di genitori ed animatori. Un locale cittadino invece permette di sfruttare ancor di più gli spazi e i mezzi forniti dallo stesso per il divertimento generale. Le sale con strumentazione audio o musicale permettono ad esempio di organizzare anche serate “karaoke” con musiche di cartoni animati, oltre ai consueti giochi degli animatori. Naturalmente, anche il periodo della festa incide: infatti in inverno è del tutto improponibile una festa in giardino o all’esterno di un locale, limitando di conseguenza le possibilità di animazione all’aria aperta.
  • Età: un fattore spesso sottovalutato nella scelta dell’animazione riguarda l’età dei bambini. Infatti, ciascuna di questa evidenzia gusti e tipo di divertimento differenti. Un bambino di 3/4 anni potrà divertirsi con giochi o intrattenimenti diversi rispetto a quelli di uno di 9/10 anni.

Izzyweb

Amo internet e tutti i suoi confini