Industria dei media: quale è la situazione in Italia?

E’ bene sapere che ogni settore dell’ambiente mediatico presenta un piccolo problema di fruizione a 360°. Nel mercato mondiale del cinema il problema principale è la lingua, ma fortunatamente questo problema si risolve in parte con il doppiaggio ed i sottotitoli. Lo stesso vale per il Web che si muove in modo molto simile. 

La Radio ha una funzione dialogica, l’ascoltatore le presta attenzione quindi è fondamentale la parola, la lingua di trasmissione. La radio svolge la funzione di sottofondo solo quando si tratta di brani musicali. La TV può essere anche solo un sottofondo, è a volte uno strumento di compagnia. Il Format è un soggetto globalizzabile che incorpora tanti fattori, che racchiude più contenuti e che ha il fine di comunicare.media-video-350x197

L’importanza della globalità nel settore dei media

Globalità è la capacità di un prodotto di farsi prodotto mondiale. Oggi è importante questa caratteristica per un buon posizionamento del prodotto sul mercato. Nel mercato globale dei media risulta decisivo l’investimento di un prodotto per la sua riuscita. Oggi nel mercato globale vi sono prodotti di due tipologie a seconda che siano più risucchiati dal sistema globale o che si presentino più ancorati al luogo:

  • Global
    • Film
    • Serials (TV)
    • Format (struttura che può racchiudere più contenuti)
    • Fonti (la rete di produzione delle notizie)
  • No Global
    • Inchieste (parlare dei nostri problemi sociali, analizzare la nostra politica)
    • Sentimentalità e farsa (legata alle maschere)
    • Valorilitàvideo-camera-350x233

Film e serie TV italiane: come si sviluppa l’industria dei media in Italia?

In Italia l’80% dei film e dei serial che consumiamo è di origine americana perché costa di meno adattare un prodotto anglosassone al pubblico italiano che sostenere le spese per la produzione di un film in Italia. Anche nella scrittura industrializzata, nella narrativa, i plot sono di origine anglosassone per l’80%. Non è però così in tutti i paesi, ad esempio il Giappone importa solo il 30% dalla cultura anglosassone.

Il format: prodotto mediatico made in Europe

Nel prodotto Format c’è un rivincita dell’Europa. Il format rappresenta lo spazio di mercato più a portata europea. Le culture europee sono tra loro simili quindi è più facile adattare il format. Ad esempio i game o gli script dei serials tv sono rivisitabili nelle diverse culture europee. Il sistema del mercato globale fa fatica a tenere conto delle peculiarità di ciascuna cultura. Es. il rapporto donna/uomo, giovani/anziani presenti nel contesto sociale. Per questo motivo la farsa ed il sentimentalismo sono legate alla territorialità, al contesto sociale.

Nel settore no global non c’è mercato, questo settore è composto da opinion leaders. In Italia non ci sono grandi prodotti nel mercato global, ma si investe nel mercatono global.

Altri prodotti del mercato dei media sono: il digitale terrestre caratterizzato dall’interattività (ma la TV non può essere interattiva, anche ciò che viene proposto in modo interattivo è pre-stabilito, quindi c’è la stessa staticità della TV tradizionale), la Web TV (il sonoro non si cerca si subisce). Ciò che attira di più lo spettatore è la Mobile Television che ha un’ottima risoluzione, ma lo schermo è piccolo e discarica presto la batteria ed è costoso.

Izzyweb

Amo internet e tutti i suoi confini

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy