RED BULL – La nuova moda

redbull-217x300La diffusione dei mass media e dei mezzi di informazione comporta la diffusione di determinati canoni e la pubblicizzazione e conseguente commercializzazione di corrispondenti prodotti che influiscono sul nostro modo di vivere creando delle mode, specie tra i giovani, consumatori e vittime delle mode della società in cui viviamo. Spesso tali mode vengono poi discusse, contestate dai mezzi di informazione stessi e dalla società in cui viviamo ma questo contribuisce a renderle ancor più famose e ad aumentarne la diffusione.
In questa società che ci esorta ad essere sempre attivi e dinamici per affrontare i mille impegni della giornata senza rinunciare ai momenti di socializzazione e aggregazione – la cui espressione del momento è data dagli happy hour con innumerevoli stuzzichini e drinks da gustare insieme – si assiste ad un crescente utilizzo di bevande energetiche, della quali la più diffusa risulta essere la Red Bull® Energy Drink.
Nata come una bevanda funzionale, appositamente indicata per i momenti di maggior affaticamento fisico e mentale (sport, studio, lavoro), oggi la bevanda che “mette le ali” viene sempre più spesso consumata come una bibita rinfrescante abbinata ad altri ingredienti (Aperol, Campari, Rum, Vodka) dando così vita a nuovi esaltanti ed energizzanti cocktails (http://www.gregorys.it/cocktail/menucock.asp?id=13).
Tra i benefici della Red Bull® Energy Drink, indicati dalla compagnia austriaca Red Bull GmbH, che la produce, ricordiamo:
• migliora le prestazioni
• migliora la capacità di reazione e di concentrazione
• migliora la soglia di attenzione
• aumenta la sensazione di benessere
• stimola il metabolismo
E’ composta principalmente da: zucchero, taurina, glucuronolattone, vitamine e caffeina (in quantità corrispondente, più o meno, ad una tazzina di caffe). Una versione senza zucchero è entrata in commercio nel 2003; al posto degli zuccheri contiene l’aspartame, sostanza altrettanto discussa.
In rete sta girando una mail dal contenuto interessante quanto incerto, che mette in allerta sulla presunta pericolosità della Red Bull e come la sostanza metta sì le ali ma verso il visto come metafora della morte.
Vi sono riportate numerose false informazioni o comunque vengono date come vere e verificate informazioni che in realtà sono solo sospetti sulla pericolosità della sostanza dovuta ad elevate concentrazioni di caffeina, glucuronolattone e taurina.
Maggiori informazioni su verità e falsità diffuse in rete relative a questa bevanda si possono trovare alla pagina web http://attivissimo.blogspot.it/2007/06/antibufala-red-bull-bevanda-letale-di.html
Concludendo,
appare poco saggio biasimare e disapprovare a priori sostanze energizzanti come la Red Bull e colpevolizzare/criminalizzare chi le usa i certi momenti di stress fisico/mentale per ricavare i benefici pubblicizzati.
Sicuramente è importante non sottovalutare che a dosi elevate puo’ avere effetti negativi quali insonnia, ansia, aumento del ritmo cardiaco, attacchi di panico o ben più gravi.
In ogni caso quindi, trattandosi di una bevanda stimolante, va sicuramente assunta con moderazione e preferibilmente non mischiata con alcolici, specialmente nei momenti di massimo stress mentale e fisico proprio perché questo mix potrebbe alterare le capacità cognitive e dare una falsa sensazione di sobrietà molto pericolosa, specialmente per chi deve mettersi alla guida.

Per concludere in modo più “leggero” e frivolo…. proporrei la visione dello spot (sospeso) della Redbull di Natale 2007… molto molto carino…

 

Articolo di Daniela Rigli

Un pensiero riguardo “RED BULL – La nuova moda

  • 23 Febbraio 2009 in 19:18
    Permalink

    K Drink una bibita eco-sostenibile per creare un alternativa valida alle coltivazioni di coca illegali e la distruzione di ettari di foreste…

I commenti sono chiusi

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy