Un Vivace Minuetto…ma anche no…

Mc-donaldsE alla fine non ho resistito! Eccomi qui a raccontarvi il mio assaggio (degustazione? no… chiamarla degustazione sarebbe decisamente eccessivo) del panino Vivace e del dolce Minuetto nati dalla collaborazione dello chef Gualtiero Marchesi con McDonald’s! Premetto che non sono una che demonizza i fast food, ho mangiato spesso in passato da McDonald’s (ahimè!) e ogni tanto ne ho ancora voglia (ahimè ahimè, si 2 volte!)! Scrivo quest’articolo che è già il 25 ottobre, da domani niente più Vivace nei menù McDonald’s ma rimane il Minuetto mentre il panino viene sostituito dall’Adagio.

Torniamo all’esperienza in questione.

Vivace: panino con sopra semi di girasole farcito con 3 fette di bacon, hamburger di manzo, spinaci, cipolla, maionese alla senape.
Minuetto: tiramisù alla milanese ovvero crema al mascarpone con canditi e mandorle, panettone bagnato al caffè

Iniziamo con il panino…

L’impatto visivo è normale, apro il panino per controllare cosa c’è dentro, avrei disposto i vari strati in modo diverso…

primo morso: di che sa?
Vivace secondo morso: la carne è asciutta, troppo cotta
terzo morso: buoni i semini e gli spinaci
quarto morso: la cipolla? non doveva esserci anche la cipolla? mi sembra di averla vista, riapro il panino… si confermo la cipolla c’è… ma il sapore non si avverte… coperto dalla salsa.
Finisco di mangiare… e non sono soddisfatta, penso che sarebbe stato più gustoso senza carne, avrebbe avuto un suo perché, così no! I panini di McDonald’s che mi piacciono hanno anch’essi un loro perché, le varie salse (ahi le calorie), il formaggio, le varie combinazioni li rendono unici e giustificano il mangiare, magari non in modo proprio sano, a favore di qualcosa che almeno gratifica per il gusto, il sapore… la soddisfazione che se ne riceve! Poi è vero che in ogni cosa ci vuole misura… ma la misura in questo caso sta nel non mangiare al McDonald’s tutti i giorni, avere un’alimentazione equilibrata e fare movimento non nel cercare di portare al McDonald’s la genuinità e i sapori della cucina tradizionale anche se rivisitata.

Non basta la ricetta di un grande chef per ottenere un panino delizioso; se con la collaborazione Gualtiero Marchesi – McDonald’s a livello di marketing e pubblicità lo scopo è stato raggiunto, non lo è stato anche dal punto di vista del sapore. Spero un giorno di poter assaggiare una preparazione del grande chef, per ora al McDonald’s preferisco mangiare il classico Cheeseburger o un BigMac o anche una delle novità ogni tanto proposte ma senza la pretesa della grande cucina; forse non mi piace mischiare il sacro con il profano? No, semplicemente non mi piace stare nel limbo e questo panino non sta né nell’alta cucina né negli ottimi panini di McDonald’s, quindi esperimento non riuscito.

MinuettoAltro discorso per il Minuetto: buono, buono, buono! Crema morbidissima: non voglio sapere quante calorie contiene…per fortuna (?) la porzione non è enorme e quindi mi consolo pensando di aver limitato i danni! Piacevolissimo il panettone e delicati i canditi e i pezzetti di mandorla! Merito del grande chef? Non lo so… ma considerando che il Sundae del McDonald’s è una delizia, come pure i frappè, sono più propensa a pensare che sia “merito” della “tradizione” di McDonald’s… anche perché mi piace proprio come tipo di dolce da McDonald’s non come il tipo di dolce che mi piace gustare al ristorante che ha caratteristiche ben diverse… però in questo caso ritengo che l’incontro Gualtiero Marchesi-McDonald’s sia proprio felice!

Vi lascio anche le foto scattate da me e non photoshoppate…in particolare il panino “non ritoccato” è sensibilmente diverso nell’aspetto da quello dello foto ufficiali… vabbè magari ci sono solo le luci giuste mentre io come fotografa sono decisamente scarsa… MA il risultato della mia foto rispecchia di sicuro di più quello che ho visto!

E dopo tutto questo? Aspetto di provare anche l’Adagio! Sono una temeraria io!!! ^_^

Articolo scritto da Sakura Tear

Izzyweb

Amo internet e tutti i suoi confini

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy