Italiani e Rca: ancora aumenti, con l’annullamento del tacito rinnovo cresce il web

Assicurazione auto in scadenza e siete già in preda all’ansia da rinnovo (e da spesa)? Su internet è tutto un fiorire di forum e blog che dovrebbero aiutare l’automobilista dubbioso in “fantomatiche procedure” per il cambio della propria Rc Auto. Quello che però quasi nessuno dice è che in realtà non esiste nessuna reale procedura per passare da una compagnia all’altra, o almeno non esiste più.

Sì perché a partire da dicembre 2012 è entrato in vigore un decreto legge che ha annullato l’utilizzo di clausole di rinnovo tacito delle polizze da parte delle compagnie assicuratrici. Questo significa che tutte le polizze in corso di validità, arrivate alla loro scadenza, “moriranno” del tutto senza costringere l’automobilista ad essere legato ancora per un anno alla stessa compagnia, qualora il malcapitato avesse dimenticato di disdire la polizza per tempo.
Niente più disdette da mandare almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza, niente raccomandate e niente reclami.
Al concludersi dei canonici 12 mesi di validità l’automobilista sarà libero di decidere se rimanere con la stessa compagnia oppure no.

Come fare a decidere? Bisogna guardarsi intorno, o meglio bisogna dare un’occhiata alle offerte che vengono dal mercato.
Lo si può fare recandosi personalmente nelle agenzie delle varie compagnie, o più velocemente si può utilizzare uno dei tanti comparatori di assicurazioni online.
Da una recente indagine di mercato realizzata da Comparameglio.it e riassunta in una efficae e interessante infografica, emerge  che il  mercato delle assicurazioni auto, quello italiano, è ancora troppo statico, ma lancia segnali di crescita ed evoluzione. Secondo una delle analisi effettuate, si stima, ad esempio, che nel 2013 al 10% degli automobilisti italiani che cambierà compagnia, potrebbe sommarsi una nuova importante percentuale stimata fino al 15%, mentre quasi il 75% tenderà invece a restare con la vecchia.

Questa staticità del mercato è la prima causa del caro assicurazione in Italia; un mercato statico è infatti sinonimo di scarsa concorrenza, e quest’ultima non incentiva certamente le compagnie a darsi battaglia abbassando i costi delle polizze.
In pratica il quadro che esce fuori da questa analisi è che l’automobilista italiano paga tanto (forse troppo) per la propria assicurazione auto, ma rimanendo per anni fedele alla stessa compagnia senza favorire la concorrenza in questo settore, non fa altro che alimentare la corsa ai rialzi a cui si assiste ininterrottamente da più di 20 anni.

Ecco tutti i dati completi nell’infografica che trovate qui http://www.comparameglio.it/assicurazioni-online-offline-infografica/

Infographic_resize-192x1024

Infografica a cura di Comparameglio.it,clicca sull’immagine per la versione integrale

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy