E-mail bufala: Bill Gates ti paga se inoltri, garantisce l’avv. Dimitri Gustin!!!

Sta nuovamente circolando una delle mail bufala più antiche della storia… sì perchè la mail risale ben al 1997!!! Questo il testo….

*************************

Salve a tutti!

Generalmente non invio messaggi di questo genere, ma questo mi è arrivato da un’ottima amica, avvocato, e mi sembra che sia un’opportunità interessante.
Lei dice che funzionerà, e FUNZIONA!!! Dopotutto, non c’è niente da perdere!
Ecco qui quello che dice:
Sono avvocato, e conosco la legge. Questo, E’ reale. Non sbagliatevi. AOL e Intel manterranno le loro promesse per paura di essere trascinate in tribunale e dover far fronte a una causa di milioni e milioni di dollari. Come quella della Pepsi Cola contro la General Electric, non molto tempo fa.
Cari amici, per favore, NON prendete questo messaggio per un bidone.
Bill Gates STA condividendo la sua fortuna. Se lo ignorate, potreste rimpiangerlo più tardi.
Windows rimane il programma più diffuso ed utilizzato nel mondo.
Microsoft e AOL sperimentano inviando questo test via messaggio elettronico (e-mail Beta Test).
Quando inviate questo messaggio elettronico (e-mail) ai vostri amici, Microsoft può rintracciarvi (se siete un utilizzatore di Microsoft Windows) per 2 settimane.
Ad ogni persona che invierà questo messaggio, Microsoft pagherà 245 euro. Per ogni persona a cui avete inviato questo messaggio e che lo invierà ad altre persone, Microsoft vi pagherà 243 euro. Per la terza persona che lo riceverà, Microsoft vi pagherà 241 euro. Fra due settimane, Microsoft vi contatterà per la Conferma del vostro Indirizzo Postale e vi invierà un assegno.

(Sinceramente, Charles Bailey, General Manager Field)

Pensavo che questo fosse un imbroglio, o uno scherzo, ma 2 settimane dopo aver ricevuto questo messaggio e averlo riinviato, Microsoft mi ha contattato per conoscere il mio indirizzo postale e mi hanno inviato un assegno di 24.800 euro.
Dovete rispondere prima che questa prova sia terminata; se qualcuno ha i mezzi per fare quest’operazione, è Bill Gates. Per lui, c’è un ritorno commerciale. Se questo vi soddisfa, inviate questo messaggio a più persone possibile. Dovreste ricevere almeno 10.000 euro. Non li aiuteremmo, inviando questo messaggio, se non ce ne venisse un qualche cosina anche a noi. La zia di un mio caro amico, che lavora per Intel, ha appena ricevuto un assegno di 4543 euro, semplicemente inviando questo messaggio.
Come ho detto prima, conosco la legge, e c’è del vero, Intel e AOL sono in negoziato per una fusione, con la quale diventerebbero la compagnia più importante del mondo nel settore, e per essere sicuri di rimanere il
programma più diffuso e utilizzato in assoluto, Intel e AOL sperimentano con questa prova.

Dimitri Gustin
per ulteriori dettagli, ecco il mio numero di telefono: 0032473/404100

*****************************

Premesso e ribadito che il messaggio è una bufala e non vi arriverà neanche un euro (ma vi arriveranno gli accidenti delle persone alle quali la inoltrate visto che il risultato è solo quello di “intasare” la posta), la cosa buffa è che esiste un “Charles Bailey, General Manager Field”, almeno stando a Spoke.com. Il numero di telefono di Dimitri Gustin è belga (prefisso 0032) ed è un cellulare (prefisso 473, rete Proximus), stando ai dati di Applied Language. Ma i ripetuti tentativi di chiamarlo restituiscono un messaggio di numero non valido. Potete però provare a contattarlo su Facebook… visto che ho appena scoperto che esiste un omonimo belga!!! Sarà lui? Se lo scoprite fateci sapere…

E’ piuttosto triste la facilità con la quale questi appelli si diffondono nonostante la loro evidente implausibilità… inoltre questi appelli si evolvono e mutano, trascinando con sè nomi di persone che forse sono semplicemente vittime innocenti di qualcuno che le ha coinvolte per fare loro una burla oppure, chissà, hanno abboccato davvero al messaggio e se ne sono fatti garanti.

Il consiglio è sempre il solito…. prima di inoltrare mail di cui non si sa garantire l’autenticità… meglio fare una verifica su internet!!! Senza lasciarsi abbindolare dalla promessa di denaro… 😉

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy