Correntisti di Poste.it nel mirino dei pirati informatici

Esatto… Ogni giorno arrivano decine di email bufale che richiedono dati personali dei correntisti di Poste.it. Attenzione sono tutte email bufale, phishing. Sotto vi allego l’ennesima email di phishing.

Gentile Cliente

Nell’ambito di un progetto di verifica dei data anagrafici forniti durante la sottoscrizione dei servizi di Poste.it e stata riscontrata una incongruenza relativa ai dati anagrafici in oggetto da lei forniti all momento della sottoscrizione contrattuale.
L’inserimento dei dati alterati puo costituire motivo di interruzione del servizio secondo gli art. 123 e 1423/b da lei accettati al momento della sottoscrizione, oltre a costituire reato penalmente perseguibile secondo il C.P.P ar. 651 del 2008 relativo alla legge contro il riciclaggio e la transparenza dei dati forniti in auto certificazione.
Per ovviare al problema e necessaria la verifica e l’aggiornamento dei dati relativi all’anaagrafica dell’Intestatario dei servizi Postali.
Effetuare l’aggiornamento dei dati cliccando sul seguente collegamento sicuro:
[LINK]
Grazie della collaborazione,
Poste.it

Torna su