Disintossicare naturalmente l'organismo

Perché dovresti disintossicare il tuo corpo?

Tutto inizia con una sensazione di disagio. Non siamo malati, ma non ci sentiamo bene e felici. Come mai? Perché la nostra vita, cittadina, tecnologica e confortevole ci fa sentire così?

LE CAUSE DELLA INTOSSICAZIONE.

  • L’aria che respiriamo è inquinata.
  • Non beviamo abbastanza acqua, di buona qualità.
  • Le sostanze chimiche utilizzate nei medicinali non sempre possono essere eliminate completamente dal corpo.
  • I cibi che mangiamo sono coltivati ​​con antibiotici e ormoni; sono chimicamente modificati e riempiti di additivi durante la fase di confezionamento. Mangiare cibi trattati in questo modo fa sì che le nostre cellule, da un lato desiderino più cibo, mentre dall’altro lottano per ottenere i nutrienti di cui hanno bisogno.
  • I prodotti per la cura della personashampoo, creme per capelli, dentifrici, creme da barba, profumi, deodoranti, cosmetici, ecc. contengono componenti e sostanze chimiche che si possono mescolare al nostro flusso sanguigno attraverso la pelle, che è il nostroorgano più grande“.

Come risultato di questo ammasso di tossine, l’equilibrio del corpo si deteriora; l’accumulo di scelte sbagliate che facciamo nella nostra vita quotidiana, causa malanni e malattie legate allo stile di vita, quali sindrome da stanchezza cronica, debolezza, scarsa energia, pressione alta, diabete, obesità, depressione e così via.

PERCHÈ DISINTOSSICARE IL PROPRIO ORGANISMO, A CHE SCOPO?

Beh, cominciammo col dire che tutti abbiano una ragione per esistere e noi siamo qui, in questo momento, per vivere la vita migliore possibile, con l’obiettivo ultimo di essere sani e felici.

Al giorno d’oggi, le persone hanno perso la strada della natura e stanno cercando di ritrovarla. La noia, per esempio, è uno degli indicatori più importanti, perché ci mostra che qualcosa sta andando storto! Prendendolo molto sul serio, dobbiamo perseguire e capire perché ci sentiamo in questo modo e trovare un modo per guarire noi stessi.

Anche se abbiamo solo un giorno da vivere, il nostro obiettivo è “viverlo” in modo energico, sano, vigoroso, vivo, vibrante, pacifico e felice.

PROGRAMMA DI detossificazione.

Tutto inizia con una ragione e una decisione. Proprio come un progetto imprenditoriale, dobbiamo tracciare un piano d’azione che poi dobbiamo mettere in pratica.

Se non riesci a pianificare, stai pianificando di fallire.

Prendendo una decisione, devi creare un obiettivo e un programma per te stesso. Dopo aver creato il tuo obiettivo, suddividerlo in piccoli passi renderà il tuo obiettivo più raggiungibile e più facilmente realizzabile.

Una terapia detox (detossificazione) è necessaria per le donne a causa dell’aumento di peso in generale, mentre per gli uomini inizia principalmente con la paura (paura della malattia e della morte); livelli elevati di colesterolo, pressione sanguigna, infarto, diabete ecc. Vediamo in cosa consiste una terapia detossificante.

LA TERAPIA DETOX.

Si tratta del modo più veloce ed efficace per sbarazzarsi delle tossine, che sono dirette conseguenze del logorio della vita moderna e del circolo vizioso e malsano in cui ci troviamo. L’obiettivo è quello di collaborare alla purificazione naturale dell’organismo, affinché il corpo possa avere il tempo e l’energia normalmente utilizzati per le funzioni epatiche di purificazione dalle tossine. Il sangue con uno scarso o nullo contenuto di tossine aiuta sia nel mantenimento che nella riparazione degli altri organi, cellule e tessuti. Ritorna l’energia e la gioia di vivere. Al mattino ci si sveglia prima e molto più facilmente. Il corpo diventa più agile e flessibile. Gli organi e i sensi funzionano meglio. Noteremo una perdita di peso corporeo. La pelle risplenderà e si rinnoverà. Aumenteranno il desiderio sessuale e la fertilità. L’invecchiamento rallenta. La digestione diventa più facile. I livelli di colesterolo sono ridotti. Aumentano la consapevolezza, le percezioni e la sensibilità. La mente diventa più chiara. L’immunità si rafforza.

La disintossicazione è un tipo di trattamento che si deve ripetere di tanto in tanto, proprio come una pulizia stagionale della casa o come portare l’auto dal meccanico per la manutenzione periodica.

LA NUTRIZIONE.

Dopo un trattamento detox il passo successivo è legato all’alimentazione, che svolge la parte più importante nella gestione del mantenimento di uno stato di salute ottimale. Mangiare è la cosa più comune che facciamo nel corso della nostra vita quotidiana. Ci sono molti approcci diversi su questo argomento che creano molta confusione. Bisogna imparare ad avere una dieta alimentare equilibrata per essere sani. Se continuiamo con le vecchie abitudini, finiremo sempre con gli stessi cattivi risultati!

Einstein una volta disse: “La definizione di follia è fare la stessa cosa più e più volte e aspettarsi risultati diversi”.

I PRINCIPI DEL TRATTAMENTO DETOSSIFICANTE.

Dobbiamo mangiare il cibo non solo per ragioni sociali, gustative o emotive, ma dobbiamo farlo con la consapevolezza che è il carburante per il nostro corpo. Proprio come scegliamo il carburante giusto per la nostra auto, così dobbiamo essere consapevoli che se scegliamo il tipo di alimentazione sbagliata i risultati non potranno essere all’altezza delle nostre aspettative.

La nostra alimentazione di base deve essere basata principalmente su verdure, frutta, cereali, legumi, noci, spezie, erbe aromatiche, tisane, pesce e poca carne. A motivo dell’elevata percentuale di clorofilla che contengono, le verdure, in particolare quelle a foglia verde scuro (bietole, spinaci, rucola, sedano, prezzemolo, ecc.) hanno un ruolo molto importante e centrale per aumentare la capacità di trasporto dell’ossigeno nel sangue, purificando e stabilizzando la glicemia. Questo tipo di verdure possono essere consumate crude o in molti modi gustosi, come una breve ricerca su Internet ci dimostrerà.

Il nostro corpo ha bisogno di una certa quantità da tutti i gruppi alimentari. Per selezionarli ci sono 6 criteri importanti:

  • qualità: il valore nutritivo di ciò che mangi;
  • frequenza; quante volte mangi durante il giorno;
  • quantità: quanto mangi;
  • tempistica: a quali ore del giorno mangi;
  • combinazione di cibi: quali combinazioni di alimenti consumi;
  • condizioni di salute: il tuo attuale stato di salute.

Durante il giorno, idealmente, dovremmo bere una quantità di acqua pari al 5% del nostro peso corporeo. Gli effetti benefici causati dalla dissoluzione delle tossine aiuteranno nel perdere grasso, con un piacevole effetto dimagrante.

Dovremmo evitare di consumare, frequentemente, una combinazione di carboidrati e proteine ​​per facilitare la digestione e per una più facile riduzione del peso.

Dovremmo cenare presto e leggeri per alleviare il carico sul sistema digestivo.

Poiché la carne e i latticini provengono da animali allevati con antibiotici e ormoni della crescita, dovremmo fare attenzione quando consumiamo tali prodotti. Dovremmo, il più possibile, scegliere quelli biologici e non consumarli troppo spesso. Una soluzione alternativa è: pesce di mare al posto della carne, legumi per supporto proteico, latte di capra o latte di mandorla al posto del latte mucca.

Potremmo supportare il nostro fabbisogno di carboidrati principalmente con riso integrale, pane integrale e quinoa.

Dovremmo ridurre le quantità del sale da tavola e dello zucchero.

Quando ci prende la fame, durante la frenesia della vita di tutti i giorni, potremmo consumare snack sani come mandorle/noci/nocciole crude e non salate, mescolate con frutta fresca o secca. Potrebbe essere utile confezionarli in piccoli sacchetti da portare, tutta la giornata, in borsa, in macchina o in ufficio.

Dobbiamo imparare a mangiare secondo i nostri segnali di sazietà dalla fame, ristabilendo il concetto di alimentazione consapevole, il meccanismo naturale e spesso dimenticato del nostro corpo.

L’INTEMPERANZA.

Siamo tutti esseri umani. Certo, a volte possiamo sbizzarrirci, specialmente con l’alimentazione e in momenti di piacevole convivialità. Tuttavia, è possibile adottare alcune precauzioni per ridurre al minimo i danni.

La quantità di abbuffate può essere limitata, così come il cibo in eccesso può essere rimosso dall’organismo, durante il pasto successivo o durante il giorno successivo, riducendo la quantità di alimenti con cui ci nutriamo. In generale, se questi tipi di intemperanze non superano il 25% della nostra intera dieta, il 75% di alimentazione sana le tollererà. Possiamo stabilire un giorno alla settimana (la domenica ad esempio) come quello durante il quale siamo meno attenti ad una corretta alimentazione.

Ecco, questi possono essere i principi generali che devono essere applicati continuamente per tutta la vita. Chiariamolo, non si tratta di una dieta dimagrante, ma di regole essenziali per essere sani, energici ed equilibrati. Non appena diciamo: “ho raggiunto il mio obiettivo, posso fermarmi ora“, gli stessi disturbi torneranno, insieme e con più forza.

L’ESERCIZIO FISICO.

L’attività fisica è qualcosa che molte persone sono troppo pigre per fare o più semplicemente non trovano il tempo per farla. Tuttavia, il nostro corpo è strutturato per muoversi. Poiché la vita moderna ci immobilizza (siamo spesso fermi ad una scrivania, seduti in auto o su di un divano), dobbiamo fare qualcosa in più.
Ci sono così tanti vantaggi dell’esercizio fisico che non possiamo permetterci il lusso di non farlo. Eccone alcuni:

  • sbarazzarsi dello stress, che è il risultato della vita moderna, e dell’energia negativa;
  • tonificare il corpo, aumentare i livelli di energia e in generale essere più in forma;
  • accelerare il metabolismo per bruciare i grassi più velocemente.

In molti casi, il trucco è quello di fare attività fisica, facendo qualcosa che amiamo. Ballare, saltare la corda, nuotare, camminare o fare jogging ecc. Se amiamo qualcosa cominciamo a farlo. Muoviamoci!

GLI INTEGRATORI.

I probiotici sono i batteri buoni che assicurano una flora intestinale più potente e che rafforzano anche il nostro sistema immunitario, prevengono le allergie e bloccano costipazione, gas e gonfiore. Avere un intestino sano può anche renderti più felice in quanto produce la maggior parte degli ormoni, delle endorfine e della serotonina.

Torna su